FAQ

HIV/AIDS

Che cosa è l’HIV e l’AIDS?
L’HIV (virus dell’immunodeficienza umana) è un virus che attacca il sistema immunitario, la difesa del corpo contro la malattia. Se non trattato, l’HIV può portare ad AIDS (sindrome di immunodeficienza acquisita). L’HIV e l’AIDS non possono essere curati, ma i farmaci disponibili oggi aiutano le persone a vivere una vita normale.
Come si contrae l’HIV?
L’HIV si diffonde attraverso il contatto con sangue, sperma, liquido pre-seminale, liquido rettale, liquidi vaginali o latte materno di una persona infetta. La trasmissione può verificarsi quando si pratica sesso non sicuro.
Può anche derivare dall’esposizione al sangue attraverso la condivisione di siringhe o aghi usati.
Le donne che vivono con l’HIV possono trasmettere il virus ai loro bambini durante la gravidanza, il parto e l’allattamento al seno. È anche possibile trasmettere l’HIV attraverso una trasfusione di sangue, anche se questo è ormai molto raro.
L’HIV non può essere trasmesso da una persona all’altra attraverso un contatto casuale. Non esiste alcun rischio di infezione quando condividiamo gli oggetti quotidiani come cibo, piatti, utensili, vestiti, letti e servizi igienici con una persona che vive con l’HIV.
Il virus non è diffuso dal contatto con sudore, lacrime, saliva o un bacio casuale da una persona infetta. La gente non viene infettata mangiando cibo preparato da una persona che vive con l’HIV. Le persone non sono infettate dall’HIV tramite le punture di insetti.

INSTI® HIV Self Test

Come funziona il test?
Il test utilizza una semplice tecnologia a flusso continuo per rilevare gli anticorpi HIV-1 e HIV-2 usando una goccia di sangue umano prelevato dal dito e messo su uno stick. Il test non rileva il virus stesso. Il risultato sarà visibile solo se gli anticorpi HIV sono presenti. L’autodiagnosi INSTI® HIV è semplice da eseguire e molto precisa, ma funzionerà correttamente solo se leggerete attentamente e seguirete le istruzioni. È possibile risultare positivi con l’autodiagnosi di INSTI® HIV in appena 21-22 giorni dopo l’infezione 1, tuttavia, può richiedere fino a 3 mesi per un risultato positivo. Un risultato negativo non può considerarsi esatto fino a 3 mesi dall’infezione.
Che cos’è un anticorpo?
Gli anticorpi sono prodotti dal sistema immunitario del tuo corpo in risposta agli agenti patogeni. Il loro scopo è difenderci dall’infezione.
Quant’è preciso il test?
Diversi studi di ricerca hanno dimostrato che questo test è estremamente accurato se eseguito correttamente. L’esattezza dei test medici è tipicamente descritta in termini di sensibilità (tutti gli individui veramente positivi al test sono positivi) e la specificità (tutte le persone veramente negativi al test sono negativi). È stato dimostrato che il test autodiagnostico INSTI® HIV ha una sensibilità pari a 99,8-100% e una specificità pari a 99,5-99,8%
Che cos’è il “windows period”?
E’ il lasso di tempo che intercorre tra il momento in cui si è contratta l’infezione da HIV a quando un test può dare un risultato positivo. Con INSTI® HIV Self Test è possibile risultare positivi dopo appena 21-22 giorni dall’infezione1, ma possono richiedere fino a 3 mesi per produrre un risultato positivo.

RISULTATI

Come faccio a sapere se il mio test è stato eseguito correttamente?
L’autodiagnosi INSTI® HIV ha un punto di controllo incorporato per dimostrare che il test è stato eseguito correttamente e che è stata aggiunta la quantità appropriata di sangue. Se il punto di controllo non viene visualizzato, il test non ha funzionato. Scartare il test e riprovare con un nuovo test. Se solo il punto di controllo è visibile significa che il risultato è negativo e probabilmente non hai l’HIV. Se sono visibili due punti, il risultato del test è positivo. Ciò significa che probabilmente hai l’HIV. Sebbene i risultati dell’INSTI® HIV self-test sono molto precisi, è necessario ottenere il più presto possibile la conferma da un medico in modo che il trattamento possa essere avviato immediatamente. È essenziale per la tua salute e il benessere che cerchi!.
E se il risultato è negativo?
Continuare a ridurre i rischi di esposizione all’HIV praticando del sesso sicuro o utilizzando altri metodi di prevenzione. Se sospetti la possibilità di averlo contratto negli ultimi 3 mesi, ripetere i test dopo 3 mesi. Si raccomanda di eseguire una prova ogni 3-12 mesi se si ha un rischio elevato di acquisizione dell’HIV.
E se il risultato è positivo?
Recarsi dal medico o nella struttura più vicina per eseguire e ricevere prove di conferma. Ricorda che ogni HIV self test è solo un test di screening e non è una diagnosi confermata.
Cosa succede se il tuo risultato non è valido o non sei sicuro del risultato?
Recati dal tuo dottore o nella struttura più vicina per eseguire ulteriori test e accertamenti.

DOMANDE SULL’ESECUZIONE DEI TEST

La bottiglia 1 non entra nel foro
Il foro è progettato per adattarsi in modo sicuro alla bottiglia 1 in modo che non si buchi o fuoriesca il sangue dallo stick durante il processo di raccolta. Spingere leggermente sulla bottiglia 1 per adattarsi al foro prima di rimuovere il tappo
Mi farà male pungermi con la lancetta?
Potresti sentire un leggero pizzico. Non importa quale dito utilizzi, il sangue sarà lo stesso.
Cosa succede se verso un po’ del contenuto della Bottiglia 1, Bottiglia 2 o Bottiglia 3?
Finché il punto di controllo mostra un punto visibile dopo aver versato la bottiglia 3 nell’unità a membrana, i risultati dei test sono validi.
Non riesco a vedere i punti
Assicurati di avere un’illuminazione adeguata. Se non sono visibili punti, potresti non aver completato correttamente il test o raccolto abbastanza sangue. Avrai bisogno di effetuare un altro test.
Il contenuto della bottiglia 1, della bottiglia 2 o della bottiglia 3 non si assorbe nell’unità della membrana.
È molto raro che ciò accada, ma se succede, non sarà possibile completare il test e leggere i risultati. Avrete bisogno di eseguire un altro test.
Come posso smaltire correttamente il mio test?
Assieme al tuo test è incluso un sacchetto di plastica sigillabile. Posizionare tutti i componenti nella scatola, incluse la lancetta, la pipetta, i fazzoletti (usati per pulire l’eventuale fuoriuscita di sangue o liquidi) e le bottiglie di soluzione, inserire la scatola nella sacca e sigillare, buttare via il sacco con i tuoi rifiuti domestici.
Alcuni paesi possono avere i propri dispositivi di smaltimento. Seguire le norme del paese per smaltire il prodotto. Ad esempio, secondo la legislazione francese, è necessario gettare la lancetta nei contenitori gialli che trovi in farmacia (per punti di raccolta e maggiori informazioni visitare dastri.fr). Tutti gli altri componenti del kit possono essere smaltiti assieme ai rifiuti domestici.

PUBBLICAZIONI

Sensitivity of Five Rapid HIV Tests on Oral Fluid or Finger-Stick Whole Blood: A Real-Time Comparison in a Healthcare Setting
Pavie J, Rachline A, Loze B, Niedbalski L, Delaugerre C, et al. (2010) Sensitivity of Five Rapid HIV Tests on Oral Fluid or Finger-Stick Whole Blood: A Real-Time Comparison in a Healthcare Setting. PLoS ONE 5(7): e11581. doi:10.1371/journal.pone.0011581
http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0011581

Evaluation of the accuracy and ease of use of a rapid HIV-1 Antibody Test performed by untrained operators at the point of care
Galli R, Green K, La Marca A, Waldman L, Powers R, Daly A, Shackleton C. (2013) Evaluation of the accuracy and ease of use of a rapid HIV-1 Antibody Test performed by untrained operators at the point of care, Journal of Clinical Virology, 58(1):e65-e69.
http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S138665321300348X

Twelve Months of Routine HIV Screening in 6 Emergency Departments in the Paris Area: Results from the ANRS URDEP Study
Casalino E, Bernot B, Bouchaud O, Alloui C, Choquet C, et al. (2012) Twelve Months of Routine HIV Screening in 6 Emergency Departments in the Paris Area: Results from the ANRS URDEP Study. PLoS ONE 7(10): e46437http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0046437
Rapid HIV tests in acute care settings in an area of low HIV prevalence in Canada
Lee B, Plitt S, Fenton J, Preiksaitis J, Singh A. (2011) Rapid HIV tests in acute care settings in an area of low HIV prevalence in Canada, Journal of Virological Methods 172(1–2):66-71.http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0166093410004635
Detection of Early Sero-Conversion HIV Infection Using the INSTI™ HIV-1 Antibody Point-of-Care Test
Cook D, Gilbert M, DiFrancesco L, Krajden M. (2010) Detection of Early Sero-Conversion HIV Infection Using the INSTI HIV-1 Antibody Point-of-Care Test. The Open AIDS Journal. 4:176-179. doi:10.2174/1874613601004010176.http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3069355/